Banner Tintinna Asta 77
Coins 150

Repubblica Romana. Gens Caecilia. Q. Caecilius Metellus Scipio e Eppius. 47-46 a.C. Denario. Ag. Africa. D\ Testa dell’Africa con copricapo in pelle di elefante a destra, davanti spiga e Q METE[LL]; dietro [SC]IPIO IMP; sotto aratro. R\ Ercole stante in posizione frontale, si appoggia alla clava; a destra EPPIVS; a sinistra LEG F [C]. Crawford 461/1; Caecilia 50, Eppia 1; Sydenham 1051. Peso 3,85 gr. Diametro mm. 19,00. BB.^^

Questo interessante denario venne coniato in Africa, durante la guerra civile, da Q. Caecilius Metellus Pius Scipio Nasica. Il generale, poco prima della Battaglia di Tapso nella quale venne sconfitto dall’esercito di Giulio Cesare, fece battere argento per pagare le proprie truppe. Nel dritto del pezzo si fa riferimento all’Africa ed alla sua fertilità (la spiga e l’aratro); nel rovescio è raffigurato Ercole Vincitore in funzione apotropaica, ed è citato il personaggio che dispensò il metallo: Eppius, definito LEG(atus) F(isci) C(astrensis), ossia “delegato alle finanze del campo militare”.